venerdì 4 agosto 2017

SANZIONI CONTRO  CINA, RUSSIA, IRAN E COREA DEL NORD. PARTE DI UN'AGENDA MILITARE GLOBALE. IL PENTAGONO ESPONE LO SCENARIO DELLA III GUERRA MONDIALE

Michel Chossudovsky ;

Global Research
southfront.org
SA DEFENZA 

Washington ha annunciato le sanzioni generali da imporre a tre paesi: la Russia, l'Iran e la Corea del Nord, dopo la votazione dei deputati statunitensi per imporre un pacchetto di sanzioni per i tre paesi.

Mentre le giustificazioni sono diverse e non correlate, tutti e tre i paesi sono da un punto di vista militare e geopolitico sull'elenco di attacchi nucleari statunitense. Sono considerati stati de facto canaglie, nemici dell'America.

Il disegno di legge del Congresso ha invocato rispettivamente il sostegno di Teheran al terrorismo, l'intromissione della Russia nelle elezioni presidenziali del 2016 e le prove missilistiche ICBM della Corea del Nord.

I pretesti relativi alla Russia e all'Iran sono in gran parte fabbricati. Lo sponsor principale del terrorismo islamico è l'intelligence statunitense.

Il "regime sanzionatorio dei pacchetti" è strettamente legato all'agenda militare del Deep State. Inoltre vale la pena notare che la legislazione ha incluso una clausola (piuttosto pericolosa) per "disapprovare le mosse che il presidente fa per porre fine alle sanzioni ... e costruire un migliore rapporto con il presidente russo Vladimir Putin".

Questa clausola è visibilmente osteggiata dai falchi neocon a Washington per costringere i poteri della Casa Bianca. Secondo le parole di Paul Craig Roberts,  intese a "bloccare Trump con una trappola".

Il disegno di legge del Congresso richiede ancora l'approvazione del Presidente Trump, che potrebbe esercitare il suo veto.

Il regime delle sanzioni della Cina

Mentre la Cina è stata esclusa dal "pacchetto" dei tre paesi dal Congresso, Washington ha formalmente intimato all'inizio di luglio che le sanzioni sarebbero state imposte anche alla Cina in risposta all'aumento commerciale della Cina con la Corea del Nord.



La Cina è descritta come un alleato della Corea del Nord. Mentre il regime delle sanzioni statunitensi non è ufficialmente diretto contro il governo cinese, le banche cinesi e le società commerciali selezionate coinvolte nel finanziamento del commercio di beni della Cina e RPDK sono obiettivi potenziali delle rappresaglie statunitensi.


Avendo perso la pazienza con la Cina, l'amministrazione Trump sta studiando nuovi passi per mettere alle stretta la Corea del Nord nel suo programma nucleare, tra cui un'opzione che fa infuriare Pechino: sanzioni alle imprese cinesi che contribuiscono a mantenere in movimento l'economia del Nord Corea.

L'insinuazione è cristallina: riduci il commercio con la Corea del Nord, altrimenti ...

Washington ha optato per un pacchetto coordinato di sanzioni che è strettamente legato all'agenda militare mondiale. Il regime sanzionatorio è un preambolo dell'azione militare?

Da una prospettiva politica estera statunitense, la Cina, la Russia e l'Iran costituiscono un "blocco" geopolitico. La Cina e la Russia sono membri dell'Accordo di cooperazione di Shanghai (SCO), alleati nei settori del commercio, dell'energia e della cooperazione militare, l'Iran è chiamato a diventare membro a pieno titolo della SCO.

Le sanzioni economiche sono indelebilmente legate alla pianificazione militare e dell'intelligence. In molti aspetti le sanzioni a "pacchetto" (in deroga al diritto internazionale) costituiscono un atto di guerra.

La Russia e la Cina hanno un accordo di cooperazione militare a lungo termine. Ironia della sorte, appena riconosciuta dai media occidentali, un mese prima della votazione della Camera dei rappresentanti, Pechino e Mosca hanno firmato (29 giugno 2017) una cosiddetta roadmap sulla cooperazione militare del 2017-2020, che in sostanza costituisce un conflitto per gli Stati Uniti - le minacce NATO, tra cui il regime sanzionatorio statunitense.



Inoltre, sia la Cina che la Russia hanno accordi di cooperazione economica e di difesa con la Corea del Nord.

La Russia ha firmato nel novembre del 2015 un "accordo sulla prevenzione delle attività militari pericolose" con la RPDK, in gran parte diretto contro la militarizzazione della penisola coreana. A sua volta, la Cina ha un accordo bilaterale di cooperazione militare con la Corea del Nord che fa parte del trattato di amicizia reciproca e cooperazione tra Cina e Nord Corea del 1979 ,

Il regime delle sanzioni statunitensi non è solo diretto contro quei paesi "tre più uno", ma è anche diretto contro paesi che hanno accordi bilaterali di scambi, investimenti o accordi di cooperazione militare con Cina, Russia, Iran e Corea del Nord.

L'indebolimento dell'Unione Europea

Inoltre, il regime delle sanzioni è inteso deliberatamente ad indebolire l'Unione Europea, in particolare per quanto riguarda la vendita del gas naturale russo all'UE.

Sono previste anche misure punitive dirette contro le imprese europee coinvolte nel progetto di pipeline Nord Stream 2, utilizzato per il trasporto di gas naturale dalla Russia nord-occidentale in Germania.

Ciò suggerisce che gli Stati membri dell'UE che entrano in commercio con la Russia sarebbero soggetti a sanzioni.



La Francia ha sollevato dubbi sulla "legittimità delle nuove sanzioni statunitensi contro l'Iran e la Russia, dicendo che non sono conformi al diritto internazionale a causa della loro extraterritorialità" (Press TV)

L'agenda militare del Pentagono

Questo pacchetto di sanzioni diretto contro quattro nemici dell'America è legato e "appoggiato" alle forze armate statunitensi e alleate nelle principali regioni del mondo:

  • Europa orientale, Scandinavia, Balcani (contro la Russia),
  • Caucaso (contro la Russia e l'Iran)
  • Siria e Iraq (contro l'Iran e la Russia),
  • Militarizzazione del Golfo Persico (contro l'Iran)
  • Il Mar Cinese Meridionale, lo Stretto di Taiwan (contro la Cina come parte del Pivot in Asia)
  • L'Asia orientale e la penisola coreana, inclusa la distribuzione THAAD (contro la Corea del Nord, la Cina e la Russia).


Vigilant Shield 07:

Irmingham [Iran], Nemazee [Corea del Nord], Ruebek [Russia], Churya [Cina]

Da un punto di vista strategico, gli "scenari" della guerra mondiale del Pentagono che sono stati condotti su base regolare da più di dieci anni includono questi quattro paesi, che ora sono oggetto delle sanzioni statunitensi.

I dettagli di questi scenari di giochi di guerra WWIII - che implicano l'uso di armi nucleari - restano invariabilmente classificate. Nel 2006, i giochi di guerra Vigilant Shield 2007 che coinvolgono quattro paesi fittizi sono stati trapelati al Washington Post in un articolo di William Arkin

L'esercizio Vigilant Shield (Vigilant Shield 07), che ha simulato l'esplosione di una guerra, ha contemplato quattro nemici ipotetici: Ruebek (Russia), Churya (Cina), Irmingham (Iran) e Nemazee (Corea del Nord).

Esaminare i dettagli di seguito del Scenario della Guerra Mondiale (Strada al conflitto). C'è una relazione?

Il regime delle sanzioni statunitensi è stato diretto contro quattro paesi legati in qualsiasi modo ai giochi di guerra e agli scenari di routine di guerra mondiale condotti dal Pentagono contro questi quattro paesi.

Ulteriori analisi sono contenute, di Michel Chossudovsky, in  Verso un scenario della III guerra mondiale, I pericoli della guerra nucleare ,  Global Research, (2011) ( fare clic su copertina per ordinare da Global Research)

http://sadefenza.blogspot.it/2017/08/sanzioni-contro-cina-russia-iran-e.html

Irmingham [Iran], Nemazee [Corea del Nord], Ruebek [Russia], Churya [Cina]

Dettagli e sequenziazione: [enfasi aggiunta]

“• Road to Conflict (RTC): 11 Sep – 15 Oct 06

– Initial Irmingham Enrichment I&W [indications and warning]
– Initial Ruebeki & Irmingham Involvement
– Ruebek I&W, PACFLT [U.S. Pacific Fleet] Sub Deployments
– Initial Nemazee ICBM [intercontinental ballistic missile] I&W
– Initial MHLD [homeland defense?] I&W
– Strategic IO [information operations (cyber warfare)] operations (Ruebek & Churya)
– Ruebek & Irmingham Conduct Joint AD [air defense] Exercise


• Phase 1 / Deployment: 4 – 8 Dec 06

– Rogue LRA [Russian long-range aviation] w/CALCM [conventional air launched cruise missile] Launch
– Continue Monitoring Strategic Situation
– Continue Monitoring Nemazee Situation
• Possible Nuclear Testing
• Probable ICBM Preparation
– Continue Monitoring MHLD Situation
• Five VOIs [vessels of interest]
• Churya Flagged VOI into Dutch Harbor Supports BMDS [ballistic missile defense system] Threat to Ft Greely
– Continue Monitoring IO Activities
– Nemazee Conducts SLV [space launch vehicle] Launch – 8 Dec 06
• Phase 2 Minus 42 Days:



• Additional Nemazee ICBM Shipments to Launch Facilities
• RMOB [Russian main operating bases] Acft Conduct LR Navigation Flights
• AS-15 [nuclear armed cruise missile] Handling at RMOBs

– Minus 41 Days:
• Additional Nemazee ICBM Preps at Launch Pad # 2
– Minus 40 Days:
• Activity at Nemazee Nuclear Test Facilities
– Minus 35 Days:
• DOS [Department of State] Travel Warning
– Minus 30 Days:
• Ruebek LRA Deploys Acft to Anadyr & Vorkuta


• Phase 2 Minus 30 Days:



• Growing International Condemnation of Ruebek
• Ruebek Deploys Submarines

– Minus 20 Days:
• Nemazee Recalls Reservists
– Minus 14 Days:
• DOS Draw-down Sequencing
– Minus 13 Days:
• Ruebek Closes US Embassy in Washington DC
– Minus 11 Days:
• Nemazee Conducts Fueling of Additional ICBMs
• Ruebeki Presidential Statement on Possible US Attack


• Phase 2 Minus 10 Days:


• POTUS Addresses Congress on War Powers Act
– Minus 6 Days:
• Ruebek President Calls “Situation Grave”
– Minus 5 Days:
• CALCM Activity at Anadyr, Vorkuta, and Tiksi
• Ruebeki SS-25 [nuclear armed mobile ICBMs] Conduct out of Garrison Deployments
• Nemazee Assembling ICBM for Probable Launch
– Minus 4 Days:
• Ruebek Closes US Embassy in Washington DC
• Ruebek Acft Conduct Outer ADIZ [air defense identification zone] Pentrations
• Mid-Air Collison w/NORAD Acft During ADIZ Penetration


• Phase 2 Minus 4 Days:



• Nemazee ICBM Launch Azimuth Threatens US

– Minus 3 Days:
• NATO Diplomatic Efforts Fail to Diffuse Crisis
• USAMB to Ruebek Recalled for Consultation
• POTUS Addresses Nation
– Minus 2 Days:
• Nemazee Leadership Movement
– Minus 1 Day:
• Ruebek Expels US Mission


• Phase 2 / Execution: 10 – 14 Dec 06


– Pre-Attack I & W
– Imminent Terrorist Attack on Pentagon Suggests Pentagon COOP [continuity of operations plan]
– Nemazee Conducts 2 x ICBM Combat Launches Against United States
– Ruebek Conducts Limited Strategic Attack on United States
• Wave 1 – 8 x Bear H Defense Suppression w/CALCM
• Wave 2 – Limited ICBM & SLBM Attack
– 2 x ICBM Launched (1 impacts CMOC [Cheyenne Mountain], 1 malfunctions)
– 2 x SLBM Launched Pierside (1 impacts SITE-R [“Raven Rock” bunker on the Maryland-Pennsylvania border], 1 malfunctions)
– 3 x Bear H from Dispersal Bases w/ALCM (Eielson AFB, CANR, Cold Lake)
– US Conducts Limited Retaliatory Attack on Ruebek
• 1 x ICBM C2 Facility
• 1 x ICBM Against ICBM Launch Location
• Phase 2 / Execution:
– Ruebek Prepares Additional Attack on United States
• Wave 3 – Prepares for Additional Strategic Attacks
– 1 x ICBM Movement, NO Launch
– 3 x SLBM PACFLT Pierside Missile Handling Activity (NO Launch)
– 6 x BEAR H (launch & RTB [return to base]) w/6 x ALCM (NO launch)”
[source Northern Command and William Arkin] emphasis added

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!