venerdì 9 febbraio 2018

Archiviare la stampa alternativa minacciata da ricchi acquirenti

Parker Higgins
freedom.press

Sa Defenza 



Gli archivi nazionali degli Stati Uniti


Freedom of the Press lancia una collezione di archivi online in collaborazione con Archive-It, un servizio sviluppato da Internet Archive per aiutare le organizzazioni a preservare i contenuti online. La nostra raccolta, incentrata sulle notizie che riteniamo particolarmente vulnerabili al "problema dei miliardari", mira a preservare i siti nella loro interezza prima che i loro archivi possano essere smantellati o manipolati.


Le raccolte Archive-It catturano istantanee di siti Web specificati in un determinato momento. Alcune istituzioni utilizzano Archive-It per acquisire raccolte di siti collegati a particolari movimenti sociali o eventi storici. L'UCLA, ad esempio, mantiene una collezione che documenta i siti relativi alle proteste di Occupy Wall Street . Un'altra raccolta consiste in istantanee di notizie e documenti Web di origine primaria del conflitto in Ucraina .


Per iniziare la nostra raccolta, abbiamo utilizzato Archive-It per eseguire la scansione dell'intera Gawker.com, che abbiamo condotto tra le ipotesi secondo cui i suoi archivi potrebbero essere acquistati da una parte ostile. Segnalati pretendenti hanno incluso Peter Thiel - che ha finanziato la campagna legale che alla fine ha distrutto il sito - e più recentemente Mike Cernovich , che il sito una volta descriveva come un "D-list right-winger".


Abbiamo anche acquisito una copia di LA Weekly poco dopo che i suoi nuovi proprietari -  inizialmente avevano l'identità nascosta , anche i suoi dipendenti - hanno ristrutturato l'operazione ed eliminato la maggior parte dei lavori di scrittura. All'epoca, un ex dipendente ha pubblicato un breve articolo intitolato "Who Owns LA Weekly", che è stato rimosso dal sito, anche se è ancora possibile visualizzarne la versione che abbiamo catturato . Dalla nostra scansione del sito, ex dipendenti hanno riferito che delle storie sono state "ripubblicate", confermando le nostre preoccupazioni sull'integrità dell'archivio.

In questi casi, e con tutti i futuri siti aggiunti a questa raccolta, le scansioni che iniziamo tramite Archive-It non appariranno solo nella nostra pagina di raccolta, ma saranno anche inserite nella Wayback Machine Internet Archive. La Wayback Machine è spesso la prima tappa per i ricercatori che cercano contenuti che non sono più disponibili online, quindi si assicurano che questi siti siano disponibili, c'è un modo importante per rafforzare l'idea che questo materiale non sparisca irrimediabilmente .

Ci sono problemi strutturali più grandi che rendono le notizie vulnerabili al problema dei miliardari. Tali questioni potrebbero essere al di là della portata di ogni singola organizzazione da affrontare. Il nostro precedente lavoro in quest'area include lo sciocco-arraffone, che mira a limitare il danno professionale che un proprietario di media vendicativo potrebbe far fare alle carriere dei singoli giornalisti. Continuiamo a estendere questo strumento per lavorare con altri punti vendita, incluso questo weekend la cover di The Toast, dopo che il suo ex editore ha riferito che i  saranno chiusi i suoi archivi  ; se sei un giornalista che ha bisogno di backup PDF del proprio lavoro da archivi che potrebbero scomparire, ti preghiamo di metterti in contatto con noi.


Questi sforzi aiutano i singoli giornalisti. Ma un'altra cosa importante che possiamo fare per ridurre l'efficacia di questo tipo di attacco alla libertà di stampa è quello di impegnarci per la conservazione massiccia dei siti minacciati.


In questo caso, cerchiamo di ridurre il "vantaggio" per le persone e le organizzazioni facoltose che eliminerebbero  coperture imbarazzanti o poco lusinghiere acquistando definitivamente i punti vendita. In altre parole, speriamo che i siti che non possono semplicemente  sparire mostrino una certa immunità al problema dei miliardari.


http://sadefenza.blogspot.it/2018/02/archiviare-la-stampa-alternativa.html


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!