sabato 10 marzo 2018

Le implicazioni dei nuovi sistemi d'arma della Russia

ANDREI MARTYANOV
UNZ com





Durante la guerra russo-georgiana dell'agosto 2008, le operazioni della 58° armata russa erano definite come "coercizione della pace". È un termine appropriato una volta che si ricorda ciò che veramente era in gioco allora. I russi hanno vinto quella guerra e, in effetti, hanno costretto la Georgia a uno stato d'animo molto più pacifico. Secondo i termini clausewitziani, i russi raggiunsero l'obiettivo principale della guerra costringendo il nemico a fare la volontà della Russia. I russi, come hanno dimostrato gli eventi degli ultimi 19 anni, non si fanno illusioni sulla possibilità di qualsiasi tipo di condotta civilizzata ragionevole dall'Occidente unito, men che meno dagli Stati Uniti che continuano a risiedere nella loro bolla che la isola da qualsiasi voce esterna di ragione e pace. La traccia globale americana degli ultimi decenni non richiede particolari elaborazioni: è un record di disastri militari e umanitari.

1 marzo di Vladimir Putin nel discorso del 2018 all'Assemblea federale russa non riguardava le imminenti elezioni presidenziali in Russia, come suggeriscono molte persone ossessionate dalle elezioni occidentali. Il discorso di Putin riguardava la forzatura delle élite americane, se non la pace, almeno una qualche forma di sanità mentale, dato che attualmente sono completamente distaccati dalle realtà geopolitiche, militari ed economiche di un mondo emergente. Come nel caso della Georgia nel 2008, la coercizione era basata sul potere militare. L'Esercito russo di Pre-Shoigu, per tutte le sue vere e proprie carenze, ha smaltito nel giro di cinque giorni  la forza georgiana addestrata dagli Stati Uniti e parzialmente equipaggiata da essi: la tecnologia, il personale e l'arte operativa dell'esercito russo erano semplicemente migliori. Ovviamente uno scenario simile non è possibile tra la Russia e gli Stati Uniti;

Élite di potere americane, la maggior parte delle quali non ha mai lavorato un giorno in uniforme, né ha mai frequentato seri istituti accademici militari e la cui esperienza in gravi questioni militari-tecnologiche e geopolitiche è limitata a un paio di seminari sulle armi nucleari e, nel migliore dei casi, in sforzi del Congressional Research Service non sono semplicemente qualificati per comprendere la complessità, la natura e l'applicazione della forza militare. Semplicemente non hanno punti di riferimento. Eppure, essendo un prodotto della cultura pop-militare americana, nota anche come propaganda militare porno, queste persone - questa accolita di avvocati, "scienziati" politici, sociologi e giornalisti che dominano la cucina strategica americana che cucinano deliranti geopolitiche non-stop  e dottrine militari, non possono capire di certo una cosa  - quando i loro poveri cari divengono un vero e proprio oggetto di bersaglio.

Il messaggio di Putin agli Stati Uniti è stato estremamente semplice: ha ricordato agli Stati Uniti il ​​suo condiscendente rifiuto di prendere in considerazione la posizione della Russia sul Trattato ABM. Jeffrey Lewis, in un sorprendente momento di sobrietà per la rivista Foreign Policy, ha detto :

La vera genesi della nuova generazione di bizzare armi nucleari russe non sono citate  nel recente Nuclear Posture Review, ma nella decisione dell'amministrazione George W. Bush del 2001 di ritirarsi dal Trattato missilistico anti-balistico e nel fallimento bipartisan di entrambe le amministrazioni  Bush e di Obama ad impegnarsi significativamente con i russi sulle loro preoccupazioni delle difese missilistiche americane. Putin ha detto tanto nelle sue osservazioni. "Durante tutti questi anni dal ritiro unilaterale degli Stati Uniti dal Trattato ABM," ha spiegato Putin, "abbiamo lavorato intensamente su attrezzature e armi avanzate, il che ci ha permesso di fare un passo avanti nello sviluppo di nuovi modelli di armi strategiche." Quelle scoperte tecnologiche ora sono attuali. Purtroppo, non abbiamo i diplomatici  di cui avevamo bisogno.
Il messaggio di Putin era chiaro: "Non ci hai ascoltato allora, ci ascolterai ora". Dopo di ciò ha proceduto con quello che può essere descritto come un Pearl-Harbour tecnologico-militare che incontra Stalingrado. Le ramificazioni strategiche degli ultimi sistemi d'arma che Putin ha presentato sono immense. In realtà, sono di natura storica. Ovviamente, molti esperti americani, prevedibilmente, hanno liquidato la cosa come una bestemmia - cosa ci si aspetta dalla comunità di "esperti" militari statunitensi. Altri non erano così sprezzanti e alcuni erano, davvero, profondamente scioccati. L'impressione generale oggi, un giorno dopo la presentazione di Putin, può essere descritta in termini semplici in quanto tale: il divario missilistico è reale e, in realtà, non è un vuoto ma un abisso tecnologico. Paradossalmente, questo abisso non è dove molti lo ammettono, come il RS-28 Samart missile balistico, la cui esistenza e caratteristiche approssimative erano più o meno conosciute da anni. È, innegabilmente, un risultato tecnologico impressionante di avere un missile balistico non solo con una portata praticamente illimitata ma anche capace di traiettorie che rendono inutile qualsiasi tipo di Difesa Anti-Balistica. Alla fine, essere attaccati dal Polo Sud, attraverso il Sud America, non è una contingenza che l'esercito americano è in grado di affrontare. Probabilmente non per molti anni.

Né è il russo M = 20 + sistema aliante ipersonico chiamato Avangard, che è già in produzione in serie , uno sviluppo inaspettato - gli Stati Uniti hanno il loro programma, anche se non è ancora riuscito,  tali tipi di armi e quelle idee sono state lanciate negli Stati Uniti dalla metà degli anni 2000 sotto la tutela del PGS (Prompt Global Strike). Sì, si tratta di risultati tecnologici sbalorditivi realizzati dalla Russia , Jeffrey Lewis con il termine "bizzarro" ha usato un eufemismo per dire "non abbiamo nulla di paragonabile", ma non era nemmeno qui il vero shock. Molti dei miei articoli su questa risorsa si sono concentrati proprio nell'area in cui gli Stati Uniti avevano sui missili da crociera più ritardo , e di tutti i tipi. Ho predetto che il vero declino militare americano sarebbe avvenuto in questo percorso molti anni fa, oggi è chiaro che la Russia ha un enorme vantaggio tecnico-militare nei missili da crociera e aerodinamici e guida sugli Stati Uniti per decenni in questo campo cruciale.

Mentre l'esperta occidentale stava discutendo tutti quei sistemi di armi esotiche e senza dubbio spettacolari progettati per la consegna di armi nucleari in qualsiasi punto del globo con altissima precisione, molti veri professionisti son rimasti senza fiato quando è stato svelato il Dagger (Kinzhal). Questo è un completo cambiamento dei giochi sia geopolitico, strategico, operativo, tattico che psicologico. Era noto da tempo che la Marina Russa stava già schierando un missile anti-nave rivoluzionario il 3M22 Zircon della capacità M = 8 . Per quanto impressionante e virtualmente inarrestabile da qualsiasi difesa aerea lo Zircon sia, il Kinzhal è semplicemente scioccante per le sue capacità. Questo, molto probabilmente è basato sul famoso IskanderAirframe, missile di capacità M = 10 +  aerodinamico,  altamente manovrabile, con un'autonomia di 2000 chilometri, trasportato da MiG-31BM, ha appena riscritto il libro sulla guerra navale. Ha reso obsolete le flotte di superficie e di combattimento. No, non si sta fraintendendo. Nessun sistema di difesa aerea o anti-missile al mondo oggi (forse con l'eccezione del prossimo S-500 progettato specificamente per l'intercettazione di bersagli iper-sonic) è in grado di fare alcuna cosa al riguardo e, molto probabilmente,  impiegheranno decenni prima di trovare l'antidoto. Più specificamente, nessun sistema di difesa aerea moderno o prospettico dispiegato oggi da una flotta NATO può intercettare anche un singolo missile con tali caratteristiche. Una salva di 5-6 di questi missili garantisce la distruzione di qualsiasi Gruppo di Battaglia della Portaerei o di qualsiasi altro gruppo di superficie, a parte questo, e senza l'uso di munizioni nucleari.

L'utilizzo di tale arma, soprattutto perché sappiamo che è già schierato nel distretto militare meridionale della Russia, è molto semplice: il più probabile punto di lancio missilistico dei MiG-31 sarà nelle acque internazionali del Mar Nero, chiudendo così l'intero Mediterraneo orientale a qualsiasi nave di superficie o gruppo di navi. La Russia può anche chiudere completamente il Golfo Persico. Creare anche una massiccia zona vietata nel Pacifico, dove i MiG-31BM da Yelizovo in Kamchatka o Centralnaya Uglovaya Air Base in Primosrky Krai saranno in grado di pattugliare vaste distanze sull'oceano. È, tuttavia, notevole che l'attuale piattaforma per il Kinzhalè è il MiG-31, probabilmente il miglior intercettore della storia. Ovviamente, la capacità del MiG-31 di raggiungere velocità supersoniche molto elevate (ben oltre M = 2) è un fattore chiave del lancio. Ma a prescindere dalle procedure per il lancio di questa terrificante arma, le conseguenze strategiche immediate dello schieramento operativo di Kinzhal sono le seguenti:
  1. Alla fine sposta le portaerei nella nicchia della pura proiezione di potenza contro avversari deboli e indifesi, e lontano dalla remota zona di mare della Russia, sia essa il Mediterraneo, il Pacifico o il Nord Atlantico. Questo significa anche una  no-go zone completa per uno dei 33 cacciatorpediniere e incrociatori della Marina USA equipaggiati con Aegis, che sono cruciali per la difesa antimissile balistica americana ;
  2. Rende i CBG classici  una forza d'attacco principale contro un peer o near-peer completamente obsoleto e inutile, inoltre rende indifese qualsiasi nave da combattimento di superficie a prescindere dalle sue capacità di difesa aerea o anti-missile. Annulla completamente centinaia di miliardi di dollari di investimenti in quelle piattaforme e armi, che improvvisamente diventano nient'altro che obiettivi indifesi e grassi. L'intero concetto di Air-Sea Battle, noto come Joint Concept for Access and Maneuver nel Global Commons (JAM-GC) , che è una pietra angolare del dominio globale americano, diventa semplicemente inutile: questa è una catastrofe fiscale e dottrinale .
  3. Sea Control e Sea Denial cambiano la loro natura e si fondono. Coloro che possiedono tali armi, possiedono semplicemente vasti spazi del mare limitati dalle gamme del Kinzhal e dei suoi vettori. Rimuove inoltre completamente qualsiasi supporto di superficie cruciale per i sottomarini nell'area, esponendoli così all'aviazione Patrol / ASW e le navi di superficie. L'effetto è moltiplicativo ed è profondo.

La Russia ha molti di questi vettori: il programma di ammodernamento dei MiG-31 in BM era in piena attività da alcuni anni, con le unità della Air Force in prima linea che vedevano un considerevole afflusso di questi aerei . Ora è chiaro il motivo per cui tale modernizzazione è stata intrapresa: ha trasformato i MiG-31BM in piattaforme di lancio per il Kinzhal . Nel 1991, dopo la prima guerra del Golfo, il Marine General Generale James L. Jones registrò "Tutto quello che serve per farsi prendere dal panico è vedere qualcuno lanciare nell'acqua un paio di bidoni da 50 litri". Il Kinzhal rimuove efficacemente qualsiasi forza di superficie non suicida a migliaia di chilometri di distanza dalle coste della Russia e rende le sue capacità di attacco irrilevanti. Nel gergo di un laico ciò significa solo una cosa: l'intera Marina di superficie  degli Stati Uniti diventa una forza completamente obsoleta buona solo per le parate e la dimostrazione della bandiera vicino ai littorali delle nazioni deboli e sottosviluppate. Questo può essere solo una piccola parte dei costi astronomici delle piattaforme e delle armi statunitensi.

È molto difficile in questa fase prevedere  la ricaduta politica del discorso di Putin negli Stati Uniti. Ciò che è facile prevedere, tuttavia, è l'uso del cliché battuto fino alla morte dell'asimmetria. L'uso di questo cliché è sbagliato. Che cosa è successo il 1 ° marzo di quest'anno con l'annuncio e la dimostrazione di nuove armi russe non è un'asimmetria, era il riconoscimento finale dell'arrivo di un completamente nuovo paradigma nella guerra, nella tecnologia militare e, di conseguenza, nella strategia e nell'arte operativa. Le vecchie regole e saggezza hanno smesso di essere applicate. Gli Stati Uniti non erano preparati e non sono preparati a questo, nonostante molti veri professionisti, incluso negli stessi Stati Uniti, mettano in guardia sul nuovo paradigma militare-tecnologico e su una completa miopia e oltranza americana su qualsiasi cosa legata ai militari. Come il colonnello Daniel Davies è stato costretto ad ammettere :

Per quanto fosse giustificato all'epoca l'orgoglio, si è trasformato rapidamente in spiacevole arroganza. Ora, è un vero e proprio pericolo per la nazione. Forse nulla esemplifica questa minaccia meglio del sistema di acquisizione disfunzionale del Pentagono.
È prudente prevedere oggi, sullo sfondo di un approccio americano alla guerra, che non ci sarà alcuna ragionevole risposta tecnologica americana alla Russia nel prossimo futuro. Gli Stati Uniti semplicemente non hanno risorse, oltre ad accendere le macchine da stampa e completamente in bancarotta nel processo, per poter contrastare alcunchè. Ma ecco il punto, i russi lo sanno e il discorso di Putin non riguardava direttamente gli Stati Uniti che, a tutti gli effetti, è semplicemente indifeso contro la pletora delle armi iper-soniche della Russia. La Russia non persegue l'obiettivo di distruggere gli Stati Uniti. In altri termini è come se per far prestare attenzione a tutti  gli astanti, di fronte ad  un chiassoso prepotente ubriaco che brandisce un coltello nel bar si usasse una pistola per bloccarlo. In altre parole, la Russia ha portato la pistola a un combattimento con il coltello e sembra che questo sia l'unico modo per trattare con gli Stati Uniti d'oggi.

Se gli avvertimenti e la dimostrazione della superiorità militare-tecnologica russa avranno un effetto, così come lo è stato l'intento russo dall'inizio, potrebbe iniziare  una conversazione ragionevole sul nuovo ordine mondiale  tra i principali attori geopolitici. Il mondo non può più permettersi un prepotente, autoreferente, sordo e irresoponsabile che allo stesso tempo minaccia la stabilità e la pace del mondo. L'autoproclamata egemonia americana  è finita proprio dove è veramente importante per qualsiasi egemonia realmente percepita, il campo militare. Era finita da un po di tempo, bastava il discorso di Putin per dimostrare al buon vecchio  Al Capone una verità lapalassiana che si può ottenere molto di più con una parola gentile e una pistola che con una sola parola gentile. Dopo tutto, la Russia ha provato con   parola gentile e di pace, ma, non ha funzionato,ora  gli Stati Uniti  non possono far altro che incolpare se stessi del risultato.

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!